Val d'Orcia

CASA DEL FASCIO


Per quanto dal punto di vista culturale nel contesto della Città d’Arte di Pienza così ricca di riferimenti architettonici di notevole maggior rilievo questa struttura rappresenti ben poco è comunque una viva testimonianza di un periodo storico recente che ha lasciato il segno in ogni luogo d’Italia.

Con casa del Fascio, casa Littoria o casa del Littorio, s’intendono gli edifici che erano sedi locali, dislocate nei comuni d’Italia, del Partito Nazionale Fascista. (Fascismo 1914 – 1945)

Nei centri urbani importanti presero la denominazione di palazzo del Littorio o palazzo Littorio.

Segni di maggior rilievo e pregio si rinvengono in altre strutture dell’epoca sparse comunque in tutta Italia.

La lettura ideologica del periodo Fascista senz’altro in antitesi a qualsiasi sistema democratico – senzadubbio nefasto per l’Italia impedisce ancor oggi di valutare – lo slancio che il Futurismo diede in quei tempi ha senz’altro influenzato l’Architettura Moderna.

  • Casa del Fascio
  • Castello di Cosona
  • Chiesa San Francesco
  • Chiesa di Santa Caterina
  • Concattedrale di Santa Maria Assunta (o Duomo)
  • Corso Rossellino
  • Cripta di San Giovanni
  • Monastero di Sant’Anna in Camprena
  • Monticchiello
  • Palazzo Ammannati
  • Palazzo Borgia (o vescovile – Museo Diocesano)
  • Palazzo Comunale di Pienza
  • Palazzo Gonzaga Simonelli
  • Palazzo Lolli
  • Palazzo Massaini
  • Palazzo Piccolomini (o del Tesoriere)
  • Piazza Pio II e il Pozzo de’ Cani
  • Piazzetta San Gregorio
  • Pieve dei Santi Leonardo e Cristoforo
  • Pieve di Corsignano
  • Porta Al Prato
  • Romitorio di pienza
  • Seminario Vescovile
  • Traverse su Corso Rossellino
  • Via del Casello
  • Via Gozzante
  • Via santa Caterina

© 2019 Pienza

Theme by Anders Norén